di Luca Granata L’approvazione del nuovo decreto sicurezza bis espone a molteplici riflessioni in materia. Si evidenzia, innanzitutto , la tendenza verso la configurazione di un diritto penale speciale particolarmente repressivo. Inoltre, si sollevano dubbi di costituzionalità circa il ricorso al decreto legge pur in mancanza dei requisiti di necessità ed urgenza e stante la…

di Clara Tuccillo E’ noto che gli usi sono comportamenti reiterati nel tempo con la convinzione della loro giuridicità. Per la verità, non sempre, nonostante il reiterarsi tra determinati soggetti di specifici comportamenti si configura il convincimento della loro giuridicità. Al riguardo anche la giurisprudenza ormai distingue tra l’uso di fatto privo di convincimento giuridico…

di Clara Tuccillo Le forme di tutela contro le immissioni sono tre: l’indennizzo, l’azione risarcitoria e l’azione inibitoria. I presupposti per poter esperire l’azione contro le immissioni sono: a) il carattere materiale dell’immissione, che deve produrre conseguenze fisicamente misurabili sul fondo vicino; b) l’attualità della situazione di intollerabilità; c) la vicinitas (l’immissione deve provenire da…

di Clara Tuccillo Diamo adesso una definizione di immissioni industriali e immissioni in relazione alla tutela della salute. Le immissioni industriali sono quelle dovute ad attività produttive: relativamente ad esse il codice, in un’ottica produttivistica, prescrive il contemperamento delle contrapposte esigenze della produzione e della proprietà. Dunque le immissioni industriali possono essere consentite anche se…

di Clara Tuccillo Le immissioni sono da autorevole dottrina (Bianca) definite quali propagazioni di fattori disturbanti causate dall’opera dell’uomo. Sono disciplinate dall’art. 844 c.c che prevede che: “I. Il proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo…

di Clara Tuccillo Il contratto con il consumatore è per sua natura un contratto ineguale: la competenza del professionista, le informazioni che ha e spesso la sua dimensione finanziaria lo mettono in una posizione di forza rispetto al consumatore. È, quindi, sul professionista che grava, quale onere principale, il dovere di comportarsi in buona fede….

di Clara Tuccillo L’art. 771 c.c. dispone la nullità delle donazioni dei beni futuri. La futurità è intesa in senso oggettivo e soggettivo: quando la distinzione tra beni presenti e beni futuri ha come termine di riferimento il fatto dell’esistenza o meno in natura della cosa, si parla di futurità oggettiva; quando, invece, meno ordinariamente,…

di Clara Tuccillo Così come per la comunione ordinaria, anche per la comunione ereditaria vanno esaminate due fattispecie: la comunione che prevede una quota sull’intera massa ereditaria e la comunione che prevede una quota su un singolo bene della massa ereditaria. Nel primo caso, la quota sull’intera massa ereditaria può, senza dubbio, essere oggetto di…

di Clara Tuccillo Nell’ambito della comunione ordinaria bisogna distinguere due ipotesi: la prima ipotesi è quella della comunione su singolo bene (es. fondo in comunione), per la quale fondamentale è l’art. 1103c.c. Il diritto di ciascun comunista è limitato alla sua quota, pienamente disponibile da parte del singolo proprietario. Vi è quindi una piena coincidenza…

di Clara Tuccillo Le comunioni civilistiche sono tre: ordinaria, legale ed ereditaria. La comunione legale dei beni si applica sui rapporti matrimoniali per i quali i coniugi non hanno scelto in modo diverso, attuando la separazione dei beni. La comunione legale non comporta partecipazione di estranei e neanche di quote. Marito e moglie sono titolari dei…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer