Tar Campania, Napoli, Sez. VIII, sentenza 9 maggio 2019, n. 2486 (Est. Corrado) Massima: Anche richieste di accesso civico presentate per finalità “egoistiche” possono favorire un controllo diffuso sull’amministrazione, se queste consentono di conoscere le scelte amministrative effettuate. Il controllo diffuso di cui parla la legge, infatti, non è da riferirsi alla singola domanda di…

Tar Calabria, Reggio Calabria, 13 maggio 2019, n. 324 (Est. De Col) Massima: Attesa l’abrogazione del rito cd. “super speciale” in materia di appalti, disposta dall’art. 1 comma 4 d.l. n. 32/2019, l’impugnazione dei provvedimenti di ammissione degli altri concorrenti torna ad essere posticipata al momento dell’aggiudicazione definitiva, ovvero a quello in cui l’interesse a…

Cass. Civ, sez. II, ordinanza 27 febbraio – 16 maggio 2019, n. 13241 (Est. Varrone) Massima: Il recesso è consentito solo quando l’inadempimento della controparte è colpevole e di non scarsa importanza, in relazione all’interesse dell’altro contraente, non essendo sufficiente il semplice ritardo. Ricognizione: La vicenda inizia del 2002, quando due persone stipulavano, con una…

Cass. Civ., sez. Un., 16 maggio 2019, n. 13246 (Est. De Stefano) Massima Lo Stato o l’ente pubblico rispondono del danno subìto dal terzo per l’illecito del dipendente, anche quando agisce solo per scopi personali, estranei ai fini dell’amministrazione. La corresponsabilità scatta purché l’azione illecita sia legata da un nesso di occasionalità necessaria con le…

Consiglio di Stato, Ad. Pl., sentenza 9 maggio 2019, n. 7 (Est. Veltri) Massima E’ sempre possibile in sede di c.d. “ottemperanza di chiarimenti” modificare la statuizione relativa alla penalità di mora contenuta in una precedente sentenza d’ottemperanza, ove siano comprovate sopravvenienze fattuali o giuridiche che dimostrino, in concreto, la manifesta iniquità, in tutto o…

Corte cost., 9 maggio 2019, n. 108 (Est. Zanon) Massima E’ inammissibile la questione di legittimità costituzionale degli artt. 1, comma 4; 3, commi 5 e 6; 4, comma 4, della legge della Regione autonoma Trentino-Alto Adige 11 luglio 2014, n. 4, recante «Interpretazione autentica dell’articolo 10 della legge regionale 21 settembre 2012, n. 6…

Cass. Pen., 13 maggio 2019, n. 20532 (Est. Romano)  Massima La circostanza aggravante della pluralità dei fatti di bancarotta attribuiti all’imputato (art. 219, secondo comma, n. 1, r.d. n. 267 del 1942) non richiede alcuna formale contestazione (diversa da quella dei fatti di bancarotta), in quanto l’utilizzazione di tale istituto si risolve esclusivamente nell’applicazione di…

Tribunale di Roma, sez. XIII Civile, sentenza del 6 marzo 2019 Massima Per il riconoscimento del danno parentale è necessaria la prova dello sconvolgimento dell’esistenza, rivelato da fondamentali e radicali cambiamenti dello stile di vita. Ricognizione: La domanda risarcitoria avanzata della madre e dai fratelli nei confronti dell’azienda ospedaliera si basa su fatti già sottoposti…

Cass. Civ., Sez. Un., 3 maggio 2019, n. 11748 (Est. Cosentino) Massima In materia di garanzia per i vizi della cosa venduta di cui all’art. 1490 c.c., il compratore che esercita le azioni di risoluzione del contratto o di riduzione del prezzo di cui all’art. 1492 c.c. è gravato dell’onere di offrire la prova della…

Cass. Civ., Sez. Un., ordinanza, 30 aprile 2019, n. 11509 (Est. De Stefano) Massima La controversia vertente sui danni derivati dall’esclusione, anche per motivi procedimentali e cioè per tardività della domanda, fondata sul dedotto malfunzionamento del sistema informatico esclusivamente deputato alla sua presentazione, dai benefici derivanti dall’attivazione di un impianto fotovoltaico, disposta dal Gestore dei…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer