Consiglio di Stato, Sez, VI, 8 aprile 2019, n. 2270 (Est. Lamberti) Massima Il meccanismo attraverso il quale si concretizza la decisione robotizzata (ovvero l’algoritmo) deve essere “conoscibile”, secondo una declinazione rafforzata del principio di trasparenza, che implica anche quello della piena conoscibilità di una regola espressa in un linguaggio differente da quello giuridico. Ricognizione…

Cass., Sez. Un. Civ., 17 aprile 2019, n. 10765 (Est. Bronzini) Massima Se, in sostanza, ci si duole del fatto che il giudice amministrativo abbia errato nell’interpretare il bando, si lamenta un error in iudicando non deducibile col ricorso per cassazione ex art. 111 Cost.. Ricognizione Le Sezioni unite dichiarano che: “Come ha già osservato…

Cass. Pen., Sez. III, 23 aprile 2019, n. 17370 (Est. Macrì) Massima Non può considerarsi irresponsabile, e dunque risponde del reato di atti sessuali con minorenne, l’imputato che, avendo dichiarato di aver comunque saputo che la data di nascita sul documento era falsa, non ha assolto ad uno specifico impegno conoscitivo, giacchè l’incertezza della data…

Corte Costituzionale, sentenza 18 aprile 2019, n. 98 (Est. Amoroso) Massima Sono infondate le questioni di legittimità costituzionale promosse contro l’art. 283, comma 2, Codice delle assicurazioni private, nella versione normativa modificata dal d.lgs. n. 198/2007 (che ha attuato la direttiva 2005/14/CE sull’assicurazione della responsabilità civile risultante dalla circolazione di autoveicoli), sollevate in riferimento agli…

Cass. Civ., Sez. III, 18 aprile 2019, n. 10816 (Est. Guizzi) Massima Ferma restando la necessità di un rigoroso accertamento medico-legale da compiersi in base a criteri oggettivi, la sussistenza dell’invalidità permanente non può essere esclusa per il solo fatto che non sia documentata da un referto strumentale per immagini sulla base di un automatismo…

di Clara Tuccillo E’ noto che gli usi sono comportamenti reiterati nel tempo con la convinzione della loro giuridicità. Per la verità, non sempre, nonostante il reiterarsi tra determinati soggetti di specifici comportamenti si configura il convincimento della loro giuridicità. Al riguardo anche la giurisprudenza ormai distingue tra l’uso di fatto privo di convincimento giuridico…

Tar Lazio – Roma, Sez. II bis, 9 aprile 2019 n. 4681 (Est. Bruno) Massima La nuova formulazione dell’art. 20 del d.P.R. n. 380 del 2001, conseguente alle modifiche introdotte dal D.L. n. 70 del 2011, convertito con la l. n. 106 del 2011, contempla, al di fuori delle fattispecie nelle quali emerga la sussistenza…

Consiglio di Stato, sezione VI, ordinanza, 27 marzo 2019, n. 2033 (Est. Ponte) Massima Deve essere rimesso alla Corte di giustizia UE il quesito se il diritto dell’Unione europea osti a una normativa nazionale (come quella di cui all’articolo 8, comma 6, legge 22 febbraio 2001. n. 36) intesa ed applicata nel senso di consentire…

Cass. Pen., sez. I, ordinanza, 10 aprile 2019, n. 15768 (Est. Binenti) Massima È rimessa alle Sezioni Unite della Corte di Cassazione il seguente quesito: “Se sia configurabile il reato di cui all’art. 416 bis c.p. con riguardo a una articolazione periferica (cd. “locale”) di un sodalizio mafioso, radicata in un’area territoriale diversa da quella…

Cass. Civ., Sez. III, 9 aprile 2019, n. 9796 (Est. Dell’Utri) Massima Nel contratto di comodato, ove le parti abbiano vincolato l’efficacia del contratto al venire meno dell’uso del bene come pattuito (o al venire meno degli scopi statutari del comodatario), l’assenza di una determinazione di durata non comporta automaticamente la qualificazione del contratto come…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer