Cons. St., Sez. IV, 19 marzo 2014, n. 1344   Massima: Il giudice, sia in sede di ottemperanza e a maggior ragione in sede di cognizione, non può imporre all’amministrazione di agire tramite il ricorso al procedimento di cui all’art. 42-bis del d.P.R. n. 327 del 2001. Se è vero che, in sede di ottemperanza,…

di Clara Tuccillo Sempronia, di anni 65, vive da sola di una rendita che le deriva da un capitale depositato presso una banca, ed è inoltre proprietaria dell’appartamento in cui abita. Da qualche tempo, però, Sempronia è inquieta: la rendita appare non più adeguata alle sue esigenze di mantenimento, mentre l’unica proprietà di cui dispone…

Cass. pen., Sez, V, 22 marzo 2017, n. 13910 (est. De Marzo)   Massima: Nel reato di bancarotta prefallimentare, la sentenza dichiarativa di fallimento non costituisce elemento costitutivo del reato, ma ha funzione di mera condizione oggettiva di punibilità; essa determina il dies a quo della prescrizione e vale a radicare la competenza territoriale. Ricognizione:…

Cass. civ., Sez. II, 20 marzo 2017, n. 7081 (est. Parziale)   Massima: Il contratto stipulato per effetto diretto della consumazione di un reato (nella specie, circonvenzione d’incapace, punito dall’art. 643 c.p.) deve essere dichiarato nullo ai sensi dell’art. 1418 c.c., per contrasto con norma imperativa. Ricognizione: La Suprema Corte aderisce all’orientamento in virtù del…

Cons. St., Sez. VI, 21 marzo 2017, n. 1276 (est. Deodato)   Ricognizione: Il Collegio, chiamato a pronunciarsi sull’applicazione di una norma di legge regionale del piano arenile, ne dichiara l’illegittimità ove impedisce l’apertura di nuovi esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e consente solo la prosecuzione delle attività già autorizzate al momento dell’adozione…

In diritto amministrativo il tema dell’illegittimità del provvedimento, ovvero della non conformità ad una previsione di legge, assume un ruolo fondamentale, avendo assunto centralità il vivace dibattito dottrinale e giurisprudenziale circa le differenza di disciplina che è dato riscontrare ante e post l. 241/1990 nonché in conseguenza dei principali interventi di riforma alla legge stessa…

di Clara Tuccillo Il caso di oggi riguarda la decisione sulla richiesta di remissione in termini avanzata dal procuratore di parte attorea, costituita da Tizio e Sempronia, nella causa contro il comune di Alfa e l’amministrazione provinciale di Beta, relativamente all’espletamento della prova orale per l’impedimento a presenziare ad un’udienza. Il riferimento è al testo…

Corte d’appello di Trento, ordinanza 23 febbraio 2017   Massima: Visto l’art. 67, L. n. 218 del 1995, riconosce efficacia nell’ordinamento giuridico italiano del provvedimento emesso in data 12.1.2011 dalla Superior Court of Justice (…) laddove dichiara che “un padre è (…) e figli sono (…) nati il (…) in (…). Ricognizione: La sentenza della prima sezione della…

Cass. pen., Sez. II, 8 marzo 2017, n. 11135 (est. Gallo)   Massima: Il delitto di rapina impropria si può perfezionare anche se il reo fa uso di violenza dopo la mera apprensione del bene, senza il conseguimento, sia pure per un breve spazio temporale, della disponibilità autonoma dello stesso. In tal modo, per il…

Tar Campania, Sez. II, 8 marzo 2017, n. 1336   Massima: La rotazione si configura come strumento idoneo a perseguire l’effettività del principio di concorrenza e, per essere efficace e reale, comporta, sussistendone i presupposti (e cioè l’esistenza di diversi operatori del settore), l’esclusione dall’invito di coloro che siano risultati aggiudicatari di precedenti procedure dirette…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer