La Cassazione torna sulla risarcibilità del danno non patrimoniale cagionato dalla propagazione di immissioni illecite ex art. 844 c.c. L’occasione è offerta da una sentenza della Corte di Appello di Palermo che aveva rigettato le doglianze del ricorrente che lamentava la particolare ristrettezza con cui era stato liquidato il danno non patrimoniale. In particolare, si…

Cass. Civ., Sez. VI, Ord. 7 settembre 2018, n. 21875 (Est. Falabella) Con ordinanza n. 21875 la Suprema Corte di Cassazione ribadisce un principio giurisprudenziale ormai consolidato, nella giurisprudenza di legittimità, in materia di interessi anatocistici. Com’è noto, a partire dalla nota sentenza della Cassazione riunita, n. 24418/2010, è stato affrontato il profilo enigmatico inerente…

Nota a Cass. Sez. Un., 27 giugno 2018, n. 16957 (Est. Petitti) La Cassazione, a Sezioni riunite, risolve due importanti questioni in materia di eccesso di potere giurisdizionale e diritti soggettivi, in relazione alla trascrizione dell’atto di matrimonio omossesula celebrato all’estero. Questi i fatti che hanno condotto al pronunciamento della Cassazione riunita: Il Sindaco di…

Sommario: 1. Introduzione. L’istituto della donazione; 2. I profili problematici della donazione di cosa altrui o in comunione ereditaria; 3. Il dibattito dottrinale; 4. Le posizioni della giurisprudenza di legittimità e l’intervento delle Sezioni Unite. 1. Introduzione. L’istituto della donazione. La donazione di cosa altrui o di beni in comunione ereditaria costituisce profilo applicativo problematico dell’istituto…

Cass. Civ., Sez. I, 9 febbraio 2015, n. 2400   Massima: Nel nostro sistema giuridico di diritto positivo, il matrimonio tra persone dello stesso sesso è inidoneo a produrre effetti perché non previsto tra le ipotesi legislative di unione coniugale. Il nucleo affettivo-relazionale che caratterizza l’unione omo-affettiva, invece, riceve un diretto riconoscimento costituzionale dall’art. 2…

Con il termine autonomia negoziale privata si fa riferimento al potere dei privati di autoregolamentare i propri interessi, attraverso la scelta di uno schema negoziale tipico o atipico, attraverso la determinazione del contenuto di detto schema e attraverso la scelta della controparte (in ipotesi di negozio bilaterale). Trattasi di un potere destinato ad un’eterna tensione…

L’art. 1372 c.c. consacra il principio “pacta sunt servanda”, a guisa del quale il contratto ha forza di legge tra le parti, che non possono sciogliersi unilateralmente dallo stesso, se non a seguito della previsione negoziale del potere di recesso o nelle ipotesi previste dalla legge. Nel contempo, il legislatore si preoccupa di predisporre una…

  Con la sentenza in epigrafe, i giudici della Suprema Corte si pronunciano in ordine alla natura ed all’efficacia del privilegio speciale su bene immobile che assiste i crediti del promissario acquirente. In particolare, i giudici di nomofilachia sono interrogati sul se il privilegio del credito del promissario acquirente per mancata esecuzione del preliminare prevalga,…

Nota a Cass., Sez. Un., 1 ottobre 2009, n. 21045   Con la sentenza in epigrafe, i giudici della Suprema Corte si pronunciano in ordine alla natura ed all’efficacia del privilegio speciale su bene immobile che assiste i crediti del promissario acquirente. In particolare, i giudici di nomofilachia sono interrogati sul se il privilegio del credito…

La non conformità del negozio al paradigma legislativo determina la sua invalidità, declinabile nelle due diverse forme della nullità e dell’ annullabilità. Delle due, la nullità presenta maggiore gravità, determinando l’ improduttività “ab origine” di effetti giuridici da parte del negozio. Detta tipologia di invalidità rinviene la sua origine nel diritto romano, ove si distingueva…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer