di Carolina Memoli, Dottoressa in Giurisprudenza L’esigenza di attribuire rilevanza a situazioni o fattori, diversi rispetto agli elementi costitutivi del reato, idonei però a graduarne il disvalore, incidendo in senso attenuante o aggravante sulla pena, si è percepita soprattutto in età illuminata. Invero, è solo a partire dall’illuminismo che sorge il problema di una espressa…

di Carolina Memoli, Dottoressa in Giurisprudenza Con il d.lgs. del 16 marzo 2015, n. 28 è stato introdotto nel nostro ordinamento giuridico l’art. 131 bis c.p., che prevede l’istituto della particolare tenuità del fatto. Si tratta di una speciale causa di non punibilità per le condotte che, pur integrando gli estremi del fatto tipico, antigiuridico…

di Immacolata Maione, Avvocato In generale, le misure di sicurezza si applicano alle persone socialmente pericolose che abbiano commesso un fatto preveduto dalla legge come reato o come quasi reato e sia probabile che ne commettano altri in futuro. La loro funzione è quella di tutelare la sicurezza dei consociati, avvalendosi di idonee misure di…

di Stefania Bianco, Dottoressa in Giurisprudenza   Il sistema penalistico italiano si poggia su alcuni fondamentali principi che ne costituiscono l’architrave giuridica, attraversandolo in modo pieno e completo, in quanto indirizzati a tutti gli operatori del diritto, dal legislatore al giudice. Accanto ai principi formali, costituiti dalla legalità e dai suoi corollari- riserva di legge,…

di Aldo Cimmino, Avvocato Il diritto penale tributario costituisce una delle branche più problematiche della legislazione penale contemporanea e segnatamente del diritto penale dell’economia. Formulato alla strega di una disciplina derogatoria, il diritto penale tributario si caratterizzava proprio per una serie di principi peculiari quali quello di fissità, enunciato all’art. 1, legge n. 4 del…

di Aldo Cimmino, Avvocato Il delitto di estorsione si colloca nell’ambito del Titolo XIII del Libro II del codice penale. Tale impostazione codicistica è la conseguenza di una precisa scelta del legislatore, ispirata ad una sistematica valoriale statocentrica, in virtù della quale si è ritenuto congruo approntare una tutela penale innanzitutto a favore della personalità…

di Aldo Cimmino, Avvocato Nell’ambito del diritto penale del fatto, acquista particolare rilevanza l’analisi del meccanismo di attribuzione di un fatto specifico ad un determinato soggetto, ai fini dell’accertamento dell’eventuale responsabilità penale di quest’ultimo. Il rapporto di causalità ha i suoi referenti costituzionali agli artt. 25 e 27 Cost. In particolare, l’art. 25 Cost., espressione…

di Alessandro De Santis, Dottore in Giurisprudenza Il funzionamento del nostro ordinamento penale si fonda sul principio di legalità, che, tuttavia, rimarrebbe un mero simulacro formale laddove non corroborato dai suoi corollari applicativi, ossia il principio della riserva di legge, il principio della tassatività e della determinatezza ed il principio della irretroattività della legge penale…

di Marina Piccinino, Dottoressa in Giurisprudenza La Suprema Corte di Cassazione, nel corso dell’ultimo ventennio, ha lungamente dibattuto sull’annosa questione giuridica relativa alla configurabilità o meno dell’elemento psicologico del «dolo eventuale» nel delitto di ricettazione, quest’ultimo previsto e disciplinato dal Legislatore all’art. 648 c.p., a mente del quale:“Fuori dei casi di concorso nel reato, chi,…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer