di Immacolata Maione, Avvocato L’Anac è un’autorità amministrativa indipendente, che opera in posizione di indipendenza di giudizio e di valutazione, nella promozione e garanzia della trasparenza nelle pubbliche amministrazioni. Si tratta, in particolare, di un organismo amministrativo autonomo, nel suo contesto funzionale e strutturale, con una competenza tecnico-settoriale in materia di ottimizzazione della produttività del…

di Carolina Memoli, Dottoressa in Giurisprudenza Tra i principi costituzionali che regolano l’attività amministrativa, un ruolo nevralgico è ricoperto dal principio di legalità. Il principio in esame trova riscontro, a livello costituzionale, nell’art. 97, comma 1, Cost. In particolare, la norma pone una riserva di legge relativa in materia di organizzazione amministrativa, nel senso che…

di Immacolata Maione, Avvocato La conferenza di servizi consiste nell’esame contestuale di vari interessi pubblici coinvolti in un procedimento amministrativo, da parte di più amministrazioni competenti, nell’esercizio del pubblico potere. Si tratta di uno strumento di semplificazione amministrativa, che il legislatore disciplina nella legge sul procedimento amministrativo, n.241 del 1990, affinchè si garantisca una più…

di Euplio Castelluccio, Dottore in Giurisprudenza L’ordinamento nazionale, differentemente dalle esperienze giuridiche anglosassoni, in cui la P.A. si muove nella realtà giuridica come un soggetto dotato degli stessi poteri dei privati, è un ordinamento prettamente amministrativo, nel quale la P.A. è titolare di una posizione differenziata e di poteri peculiari che le permettono di incidere…

di Mariantonietta Milano, Dottoressa in Giurisprudenza   In diritto amministrativo il tema dell’illegittimità del provvedimento, ovvero della non conformità ad una previsione di legge, assume un ruolo fondamentale, avendo assunto centralità il vivace dibattito dottrinale e giurisprudenziale circa le differenza di disciplina che è dato riscontrare ante e post l. 241/1990 nonché in conseguenza dei…

di Alessandro De Santis, Dottore in Giurisprudenza Con il termine “diritti umani fondamentali” si fa riferimento ai diritti inviolabili aventi ad oggetto beni giuridici immateriali e immanenti alla persona umana. Tali posizioni giuridiche rinvengono uno specifico referente costituzionale nell’ art. 2 della “Grundnorm”, in base al quale “la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer