Cass. pen., Sez. I, 3 aprile 2018, n. 14782 (est. Fiordalisi)   Massima:   Ai fini della esimente della provocazione, occorre che la reazione sia conseguenza di un fatto che, per la sua intrinseca illegittimità o per la sua contrarietà alle norme del vivere civile, abbia in sé la potenzialità di suscitare un giustificato turbamento…

Cass. pen., Sez. III, 28 febbraio 2018, n. 9072 (est. Socci)   Massima:   L’applicazione dell’art. 131 bis c.p. è irrilevante per l’applicazione delle sanzioni all’ente; invero, la particolare tenuità del fatto comporta la sussistenza del reato e la sua riconducibilità agli imputati.   Ricognizione: Il problema posto dal ricorso della Procura Generale, presso la…

Cass. pen., Sez. III, 14 febbraio 2018, n. 6993 (est. Gai) Ricognizione: Il riconoscimento della garanzia del ne bis in idem di cui all’art. 4 del Protocollo n. 7 annesso alla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo è espressione di una garanzia per il cittadino e cioè che nessuno possa essere nuovamente processato o punito per…

  Cass. pen., Sez. Un., 22 febbraio 2018, n. 8770 (est. Vessichelli)   Massima:   L’esercente la professione sanitaria risponde, a titolo di colpa, per morte o lesioni personali derivanti dall’esercizio di attività medico-chirurgica: a) se l’evento si è verificato per colpa (anche “lieve”) da negligenza o imprudenza; b) se l’evento si è verificato per…

Cass. pen., Sez. II, 30 gennaio 2018, n. 4376 (est. Cervadoro)   Massima:     Per la configurabilità del tentativo rilevano non solo gli atti esecutivi veri e propri, ma anche quegli atti che, pur classificabili come atti “preparatori”, facciano fondatamente ritenere che l’agente, avendo definitivamente approntato il piano criminoso in ogni dettaglio, abbia iniziato…

Cass. civ., Sez. II, ordinanza 29 dicembre 2017, n. 31143 (est. Falaschi)   Massima:   E’ rilevante e non manifestamente infondata, in riferimento agli artt. 3, 25, comma 2, e 117, comma 1, Cost., quest’ultimo in relazione all’art. 7 della CEDU, la questione di legittimità costituzionale dell’art. 9, comma 6, della l. n. 62 del…

Cass. pen., Sez. VI, 21 dicembre 2017, n. 57249 (est. Capozzi)   Massima:   Rimessa alle Sezioni Unite la seguente questione di diritto: “se commetta più violazioni dell’art. 337 cod. pen. l’agente che, con una sola azione usa violenza o minaccia per opporsi a più pubblici ufficiali o a più incaricati di pubblico servizio mentre…

Cass. pen., Sez. V, 13 dicembre 2017, n. 55739 (est. Miccoli)   Massima:   Se è vero che in tema di diffamazione a mezzo stampa eventuali modeste e marginali inesattezze nella descrizione del fatto relative a sue semplici modalità senza modificarne la struttura essenziale non sono idonee a determinare quel superamento della verità che esclude…

Cass. pen. Sez. Un., 28 novembre 2017, n. 53683 (est. Vessichelli)   Massima: La causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto, prevista dall’art. 131 -bis cod. pen., non è applicabile nei procedimenti relativi a reati di competenza del giudice di pace.   Ricognizione: La questione di diritto sottoposta al vaglio delle Sezioni…

Cass. pen., Sez. IV, 17 novembre 2017, n. 52536 (est. Serrao)   Massima:   In tema di infortuni sul lavoro, gli obblighi di prevenzione, assicurazione e sorveglianza gravanti sul datore di lavoro possono essere trasferiti con conseguente subentro del delegato nella posizione di garanzia che fa capo al delegante, a condizione che il relativo atto…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer