Cass. pen., Sez. V, 26 luglio 2017, n. 37216 (est. Scordamaglia)   Massima:   Ai fini della distinzione tra il reato di furto consumato e quello tentato, non hanno rilevanza né il criterio spaziale né il criterio temporale, di talché è sufficiente, ai fini della consumazione, la sottrazione della cosa alla disponibilità del detentore e…

Cass. pen., Sez. IV, 14 giugno 2017, n. 29721 (est. Bellini)   Massima:   La disciplina sull’omicidio stradale non si presenta quale disposizione più favorevole per il reo rispetto alla previsione di cui all’art. 589, comma 2, c.p. vigente prima dell’introduzione della nuova disposizione sull’omicidio stradale.   Ricognizione: La Corte di Cassazione analizza il rapporto…

Cass. pen., Sez. Un., 12 luglio 2017, n. 34090 (est. Boni)   Massima:   La circostanza aggravante della destrezza di cui all’art. 625, primo comma, n. 4, cod. pen., richiede un comportamento dell’agente, posto in essere prima o durante l’impossessamento del bene mobile altrui, caratterizzato da particolare abilità, astuzia o avvedutezza, idoneo a sorprendere, attenuare…

Cass. Pen., Sez. Un., 22 giugno 2017, n. 31345 (est. Amoresano)   Massima:   Ai fini della configurabilità del delitto previsto dall’art. 624bis c.p., i luoghi di lavoro non rientrano nella nozione di privata dimora, salvo che il fatto sia avvenuto all’interno di un’area riservata alla sfera privata della persona offesa. Rientrano nella nozione di…

Cass. pen., Sez. VI, 17 maggio 2017, n. 24557 (est. Petruzzellis)   Massima:   Il reato di depistaggio commesso mediante informazioni false o reticenti alla autorità giudiziaria o alla polizia giudiziaria previsto dall’art. 375 cod. pen. è reato proprio del pubblico ufficiale o dell’incaricato di pubblico servizio, configurabile quando il soggetto sia chiamato a fornire…

Cass. pen., Sez. IV, 7 giugno 2017, n. 28187 (est. Blaiotta-Montagni)   Massima:   Tenuto conto che l’art. 3 del c.d. decreto Balduzzi è stato abrogato e che l’interpretazione della norma aveva portato a ritenere che in contesti regolati da linee guida e buone pratiche accreditate dalla comunità scientifica si fosse verificata la decriminalizzazione delle…

Cass. Pen., Sez. III, 14 giugno 2017, n. 29565 (est. Gentili)   Massima: Qualora ci si trovi in presenza di un reato tributario, perché l’imputato possa avanzare la richiesta di patteggiamento occorre che il debito tributario e le eventuali sanzioni amministrative connesse al ritardato pagamento siano integralmente estinti. Ricognizione: Con riferimento alle condizioni necessarie per…

Cass. Pen., Sez. I, 08 giugno 2017, n. 28651 (est. Centonze)   Massima: Nell’ambito del procedimento di prevenzione patrimoniale, non viola i principi di imparzialità e di terzietà del giudice il decreto di sequestro disposto, in via provvisoria, dallo stesso collegio che avrebbe dovuto decidere sulla confisca di prevenzione, richiesta dal procuratore della repubblica, se…

Cass. pen., Sez. VI, 21 marzo 2017, n. 13849 (est. Corbo)   Massima:   Deve escludersi il concorso formale tra i reati di abuso d’ufficio e falso ideologico o materiale quando la condotta addebitata si esaurisce nella commissione di un fatto qualificabile come falso in atto pubblico, in ragione della clausola di riserva prevista dall’articolo…

Cass. Pen., Sez. VI, 24 maggio 2017, n. 25804 (est. Di Stefano)   Massima: Non è possibile una applicazione “indiscriminata” della disciplina del legittimo impedimento alla udienza camerale per i procedimenti cautelari.   Ricognizione: Con una breve sentenza, i giudici della Sesta sezione della Corte di Cassazione tornano ad esprimersi sul tema dei limiti oggettivi…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer