Tar Sardegna, Cagliari, Sez. I, 5 giugno 2018, n. 548 (est. Manca)   Massima:   Le ordinanze contingibili ed urgenti non possono essere impiegate per far fronte a esigenze di tutela di beni pubblici per le quali l’ordinamento predispone e disciplina strumenti di diversa natura   Ricognizione: Le ordinanze contingibili ed urgente emanabili dal Sindaco…

 Cass. civ., Sez. Un., 9 maggio 2018, n. 11180 (est. Acierno) Massima:   In materia di espropriazione per pubblica utilità, appartiene alla giurisdizione del giudice ordinario non solo la controversia relativa alla determinazione e corresponsione dell’indennizzo previsto in relazione alla fattispecie di “acquisizione sanante” del D.P.R. n. 327 del 2001, ex art. 42-bis, ma anche…

Cons. St., Ad. Plen., 14 marzo 2018, n. 5 (est. Giovagnoli)   Massima:   Anche nello svolgimento dell’attività autoritativa, l’amministrazione è tenuta a rispettare oltre alle norme di diritto pubblico (la cui violazione implica, di regola, l’invalidità del provvedimento e l’eventuale responsabilità da provvedimento per lesione dell’interesse legittimo), anche le norme generali dell’ordinamento civile che…

Cons. St., Ad. Plen., 26 aprile 2018, n. 4 (est. Taormina)   Massima: I) sussiste il potere del Giudice di appello di rilevare ex officiola esistenza dei presupposti e delle condizioni per la proposizione del ricorso di primo grado (con particolare riguardo alla condizione rappresentata dalla tempestività del ricorso medesimo), non potendo ritenersi che sul punto…

Tar Lazio, Sez. IIquater, 3 aprile 2018, n. 3676 (est. Arzillo)   Ricognizione: In linea di principio, per le concessioni di pubblico servizio la legge prescrive la giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo anche con riferimento alla fase dell’esecuzione del contratto, con l’unica esclusione delle controversie concernenti indennità, canoni ed altri corrispettivi (art. 133, comma 1,…

Cga Sicilia, 27 marzo 2018, n. 175   Massima:   Stante il contrasto giurisprudenziale in atto sulle suindicate questioni si richiede, ai sensi dell’art. 99, co. 1, c.p.a, l’intervento dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato, cui vanno rimessi gli atti di causa, al fine della definizione delle seguenti questioni di diritto:   a) se la…

Cons. St., Sez. III, 26 marzo 2018, n. 1882 (est. Santoleri)   Massima:   Non costituisce comportamento illecito tale da determinare responsabilità precontrattuale dell’amministrazione quello della stazione appaltante che ritardi oltre il termine di cui all’art. 11, comma 9, d.lgs. 163/2006 la stipula del contratto con l’impresa aggiudicataria in virtù della sua richiesta dell’informativa antimafia…

Cons. St., Ad. Plen., 17 ottobre 2017, n. 9 (est. Contessa)   Massima:   Il provvedimento con cui viene ingiunta, sia pure tardivamente, la demolizione di un immobile abusivo e giammai assistito da alcun titolo, per la sua natura vincolata e rigidamente www.ildirittoamministrativo.it 12 ancorata al ricorrere dei relativi presupposti in fatto e in diritto,…

Cons. St., Ad. Plen., 17 ottobre 2017, n. 8 (est. Contessa)   Massima:   L’annullamento d’ufficio di un titolo edilizio in sanatoria, successivamente valutato come illegittimo, è possibile anche a distanza di molto tempo, ma deve essere adeguatamente motivato “in relazione alla sussistenza di un interesse pubblico concreto e attuale”, tenuto anche conto degli interessi…

Cons. St., Sez. V, 11 gennaio 2018, n. 120 (est. Di Matteo)   Massima:   Tra i “sopravvenuti motivi di pubblico interesse” che giustificano la revoca ai sensi dell’art. 21quinquies L. 241/1990 ben possono rientrare anche comportamenti scorretti dell’aggiudicatario che si siano manifestati successivamente all’aggiudicazione definitiva.   Ricognizione: L’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, con…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer