CGUE, 28 novembre 2018, n. 958   Massima:   Sia l’art. 1, paragrafo 3, della direttiva n. 89/665/CEE, sia l’art. 1, paragrafo 3, della direttiva n. 92/13/CEE non contrastano con la normativa nazionale sull’interesse ad agire in un giudizio in materia di procedure ad evidenza pubblica, la quale non consente agli operatori economici di proporre…

Cass., Sez. Un., 23 novembre 2018, n. 30418 (est. Cirillo)   Massima:   La giurisdizione appartiene al giudice amministrativo nelle controversie aventi ad oggetto un finanziamento pubblico per la realizzazione di un programma industriale, qualora la sua misura non sia stata ancora determinata dalla p.a. al momento del giudizio.   Ricognizione: La Corte di Cassazione…

Cons. St., Sez. IV, 7 settembre 2018, n. 5277 (est. Sabbato)   Massima:   E’ illegittimo l’annullamento d’ufficio di un titolo edilizio se il Comune non ha dedicato alcun passaggio motivazionale alla possibilità, non implausibile, di annullare soltanto parzialmente i titoli edilizi rilasciati al fine di contemperare le contrapposte esigenze recando il minore sacrificio possibile…

Tar Lazio, Sez. III, 12 luglio 2018, n. 7778 (est. De Michele)   Massima:   Il Collegio ritiene pertanto che il presente giudizio debba essere sospeso, per sottoporre alla Corte di Giustizia CE, ai sensi dell’art. 267 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, i seguenti quesiti, inerenti a questioni pregiudiziali alla pronuncia richiesta (in quanto…

Cass. Civ., Sez. Un., 24 settembre 2018, n. 22435 (est. Bisogni)   Massima:   Rientra nella giurisdizione del giudice ordinario la domanda di risarcimento dei danni derivanti da una fattispecie complessa in cui l’emanazione di un provvedimento favorevole, che venga successivamente annullato in quanto illegittimo, si configura solo come uno dei presupposti dell’azione risarcitoria che…

Cons. St., Ad. Plen., 30 agosto 2018, n. 12 (est. Noccelli)   Massima:   Gli atti con i quali la pubblica amministrazione determina e liquida il contributo di costruzione, previsto dall’art. 16 del d.P.R. n. 380 del 2001, non hanno natura autoritativa, non essendo espressione di una potestà pubblicistica, ma costituiscono l’esercizio di una facoltà…

Cons. St., Ad. Plen., 13 luglio 2018, n. 4288 (est. Grasso)   Massima:   L’art. 25 del Codice civile assoggetta le fondazioni ad un controllo funzionalmente (e restrittivamente) preordinato alla tutela dell’ente, trovando ragione nell’assenza di un controllo interno analogo a quello esercitato nelle associazioni dei membri o da appositi organi a ciò deputati.  …

Tar Sardegna, Cagliari, Sez. I, 5 giugno 2018, n. 548 (est. Manca)   Massima:   Le ordinanze contingibili ed urgenti non possono essere impiegate per far fronte a esigenze di tutela di beni pubblici per le quali l’ordinamento predispone e disciplina strumenti di diversa natura   Ricognizione: Le ordinanze contingibili ed urgente emanabili dal Sindaco…

 Cass. civ., Sez. Un., 9 maggio 2018, n. 11180 (est. Acierno) Massima:   In materia di espropriazione per pubblica utilità, appartiene alla giurisdizione del giudice ordinario non solo la controversia relativa alla determinazione e corresponsione dell’indennizzo previsto in relazione alla fattispecie di “acquisizione sanante” del D.P.R. n. 327 del 2001, ex art. 42-bis, ma anche…

Cons. St., Ad. Plen., 14 marzo 2018, n. 5 (est. Giovagnoli)   Massima:   Anche nello svolgimento dell’attività autoritativa, l’amministrazione è tenuta a rispettare oltre alle norme di diritto pubblico (la cui violazione implica, di regola, l’invalidità del provvedimento e l’eventuale responsabilità da provvedimento per lesione dell’interesse legittimo), anche le norme generali dell’ordinamento civile che…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer