CGUE, 10 ottobre 2017, C-413/15   Massima:   1) L’articolo 288 TFUE deve essere interpretato nel senso che non esclude, di per sé, che le disposizioni di una direttiva idonee a produrre un effetto diretto siano opponibili a un ente che non sia dotato di tutte le caratteristiche enunciate al punto 20 della sentenza del…

Cass. pen., Sez. I, 17 novembre 2017, n. 52613 (est. Minchella)   Massima:   È rilevante e non manifestamente infondata, con riferimento agli artt. 3, 4, 41, 27 e 117, primo comma, Cost., quest’ultimo in relazione agli artt. 8 CEDU e 1, Protocollo n. 1 CEDU, la questione di legittimità costituzionale degli artt. 216, ultimo…

Sommario: 1. Premessa: i negozi preparatori. – 2. Il contratto preliminare: la sua natura giuridica e la causa del contratto definitivo. – 3. Il c.d. contratto preliminare ad effetti anticipati – 4. La “rivoluzionaria” sentenza delle Sezioni Unite sulla natura giuridica del contratto preliminare ad effetti anticipati: gli effetti i tema di usucapione. 1. I…

Sommario: 1. Introduzione. L’istituto della donazione; 2. I profili problematici della donazione di cosa altrui o in comunione ereditaria; 3. Il dibattito dottrinale; 4. Le posizioni della giurisprudenza di legittimità e l’intervento delle Sezioni Unite. 1. Introduzione. L’istituto della donazione. La donazione di cosa altrui o di beni in comunione ereditaria costituisce profilo applicativo problematico dell’istituto…

Cass. civ., Sez. III, 14 novembre 2017, n. 26805 (est. Moscarini)   Massima:   Il danno non patrimoniale deve essere inteso come unitarietà rispetto alla lesione di qualsiasi interesse costituzionalmente rilevante non suscettibile di valutazione economica. Per quanto concerne poi il dolore interiore e la significativa alterazione della vita quotidiana, costituiscono danni diversi e perciò…

Cons. St., Sez. V, 8 novembre 2017, n. 5147 (est. Contessa)   Massima:   L’ammissibilità (o la procedibilità) del ricorso avverso un regolamento non può essere subordinata all’ulteriore condizione che l’impugnazione dell’atto applicativo rientri anch’essa nella giurisdizione del Giudice Amministrativo. Un simile assunto porterebbe all’inaccettabile risultato di escludere l’azione di annullamento contro quei regolamenti che…

Cass. Pen., Sez. V, 8 novembre 2017, Ord. n. 51068 (est. Morosini)   Massima Va rimessa alle Sezioni Unite, la questione se, anche dopo la riforma del sistema penale, intervenuta ad opera della legge 103/2017, deve ritenersi ancora sussistente la facoltà dell’imputato, ovvero dell’indagato, di proporre personale ricorso per cassazione ex art. 311 c.p.p.  …

Cass. Civ. Sez. VI-1, 9 novembre 2017, n. 26526 (est. Ferro)   Massima La mancanza di un documento al momento della decisione obbliga il giudice a disporne la ricerca, od eventualmente la ricostruzione, solo se tale mancanza non è derivata da un comportamento volontario della parte involontaria ovvero dipenda da smarrimento o sottrazione. Ricognizione: I…

Cons. St., Sez. V, ordinanza 6 novembre 2017, n. 5103 (est. Di Matteo)   Massima:   Va rimessa all’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato la questione se in un giudizio di impugnazione degli atti di procedura di gara ad evidenza pubblica il giudice sia tenuto ad esaminare congiuntamente il ricorso principale e il ricorso incidentale…

Cass. pen., Sez. IV, 31 ottobre 2017, n. 50078 (est. Piccialli)   Massima:   Il secondo comma dell’art. 590 -sexies cod. pen. articolo introdotto dalla legge 8 marzo 2017, n. 24 (c.d. legge Gelli -Bianco), prevede una causa di non punibilità dell’esercente la professione sanitaria operante, ricorrendo le condizioni previste dalla disposizione normativa (rispetto delle…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer