di Lucio Militerni e Aldo Cimmino, Avvocati SOMMARIO: 1. Premessa; 2. Le unioni civili, un brevissimo excursus storico; 3. La legge 20 maggio 2016, n. 76 recante: “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze”; 4. Le ricadute della legge Cirinnà sulla tutela penale e le prospettive de jure condendo. 1. Premessa…

Cass. Pen. Sez. Un., 24 giugno 2016, n. 26259 (Rel. Cammino)   Massima Il Giudice dell’esecuzione può revocare la sentenza di condanna definitiva, pronunciata dopo l’intervenuta abolizione della norma incriminatrice, nel caso in cui quest’ultima non sia stata rilevata dal Giudice di cognizione. Ricognizione: Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con la sentenza in…

Corte costituzionale, 23 giugno 2016, n. 152   Massima In tema di abuso del processo ex art. 96 c.p.c. la motivazione, che ha indotto i redattori della novella a porre «a favore della controparte» l’introdotta previsione di condanna della parte soccombente al «pagamento della somma» in questione si ricollega all’obiettivo di assicurare una maggiore effettività,…

Cass. civ., Sez. Un., 13 giugno 2016, n. 12086 (est. Bernabai)   Massima: Sussiste la giurisdizione della Corte dei Conti in relazione al procedimento avente ad oggetto la richiesta di risarcimento del danno erariale arrecato all’Amministrazione regionale dalla società destinataria di un programma di bonifica finanziato con fondi comunitari, per mancata esecuzione totale o parziale…

Cons. St., Sez. III, 16 giugno 2016, n. 2683 (est. Santoleri)   Massima: L’informativa antimafia, ai sensi degli artt. 84, comma 4, e 91, comma 6, del d. lgs. n. 159/2011, presuppone “concreti elementi da cui risulti che l’attività d’impresa possa, anche in modo indiretto, agevolare le attività criminose o esserne in qualche modo condizionata”….

Cass. civ., Sez. III, 22 giugno 2016, n. 12883 (est. Sestini)   Massima: Il diritto di prelazione agraria si esercita secondo lo schema normativo di cui agli artt. 1326 e 1329 c.c. e la “denuntiatio” non è revocabile durante il termine di trenta giorni previsto per l’accettazione della proposta.   Ricognizione: La Suprema Corte esordisce…

Cass. civ., Sez. III, 23 giugno 2016, n. 12996 (est. Vincenti)   Massima: Il rilievo officioso della nullità contrattuale, da parte del giudice di legittimità, non attiene soltanto alle azioni di impugnativa negoziale, ma investe anche quella di risarcimento danni, per inadempimento contrattuale, proposta in via autonoma rispetto ad esse.   Ricognizione: La Suprema Corte…

Cons. St., Sez. VI, 1 giugno 2016, n. 2326 (est. Lopilato)   Massima: L’esigenza di assicurare determinare finalità impone che la perimetrazione della nozione di ente pubblico possa variare sia in relazione ai settori, generali o particolari, che vengono in rilievo, sia in relazione, quando l’ente pubblico è identificato, alla specifica attività che deve svolgere….

Cons. St., Ad. Plen., 9 giugno 2016, n. 11 (est. Giovagnoli)   Massima: La preminente esigenza di conformità al diritto comunitario rileva anche in sede di ottemperanza, essendo dovere del giudice dell’ottemperanza interpretare la sentenza portata ad esecuzione e delinearne la portata dispositiva e conformativa evitando di desumere da esse regole contrastanti con il diritto…

Cons. St., Sez. VI, 24 maggio 2016, n. 2182 (est. Lopilato)   Massima: La dequotazione del principio di legalità in senso sostanziale, giustificata dalla valorizzazione degli scopi pubblici da perseguire in particolari settori come quelli demandati alle autorità amministrative indipendenti, impone il rafforzamento del principio di legalità in senso procedimentale: il quale si sostanzia, tra…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer