Cons. St., Sez. III, ordinanza 17 febbraio 2016, n. 642   Massima: Ai sensi dell’art. 99, comma 1, c.p.a., è rimessa all’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato la questione della perdurante vigenza o meno dell’ipotesi di silenzio assenso (relativa al preventivo nulla osta dell’Ente parco per il rilascio di concessioni o autorizzazioni) prevista dall’art. 13,…

Cass. pen., Sez. VI, 21 settembre 2015, n. 38281   Massima: In tema di favoreggiamento ascritto ad un soggetto esercente la professione sanitaria, la situazione di illegalità in cui versa il soggetto che necessita di cure non può costituire in nessun caso ostacolo alla tutela della salute. Ne consegue che la condotta del sanitario chiamato…

Cass. pen., Sez. V, 22 febbraio 2016, n. 6916 (est. Amatore)   Massima: In tema di bancarotta fraudolenta impropria “da reato societario”, di cui all’art. 223, secondo comma, n. 1, R.D. 16 marzo 1942 n. 267, la nuova formulazione degli artt. 2621 e 2622 cod. civ., introdotta dalla L. 27 maggio 2015, n. 69, ha…

Cass. civ., Sez. III, 18 febbraio 2016, n. 3176   Massima: Nell’ipotesi di azione risarcitoria per responsabilità professionale, ai fini del momento iniziale di decorrenza del termine prescrizionale, si deve avere riguardo all’esistenza di un danno risarcibile ed al suo manifestarsi all’esterno, siccome percepibile dallo stesso danneggiato, alla stregua di un metro di diligenza da…

di Edda Napolitano, Dotteressa in Giurisprudenza <> Genesi 1,26-28. Nella lettura del testo biblico, pur nella sua accezione masoretica, è chiara l’eterogenesi sessuale del principio. Eterogeneità mai dimentica nell’evoluzione storico culturale prima, civile, poi. Si è così accreditata una visione tradizionale della famiglia che, sul calco si quella santa, si è tradotta nell’ambito delle disposizioni codicistiche, nell’unione tra…

Cass. Pen., Sez. V, 11 febbraio 2016, n. 5800 (Est. Micheli)   Massime 1) Il legislatore del 2015, a ben guardare, ha licenziato una sorta di ibrido, tanto da aver determinato alcuni dei primi commentatori a segnalare che la particolare tenuità fungerebbe da causa di improcedibilità nel corso delle indagini preliminari (fino ad ipotizzare il…

Cass. Civ., Sez. VI., 17 febbraio 2016, ordinanza n. 3137 (Est. Genovese)   Massima In tema di rilevanza probatoria delle deposizioni di persone che hanno solo una conoscenza indiretta di un fatto controverso, occorre distinguere i testimoni de relato actoris e quelli de relato in genere. I primi depongono sui fatti e circostanze su cui…

Cons. St, Sez. V, 15 febbraio 2016, n. 628   Massima: L’atto istruttorio del commissario ad acta non è reclamabile ex art. 114 c. 6 C.p.a.   Ricognizione: La Quinta Sezione del Consiglio di Stato delinea l’ambito di operatività dell’art. 114 c. 6 C.p.a., a mente del quale “Il giudice conosce di tutte le questioni…

Cass. Pen., Sez. III, 22 dicembre 2015, n. 50215   Massima: In tema di reati edilizi, l’eliminazione dell’opera abusiva, attraverso la sua demolizione o la rimessione in pristino dello stato dei luoghi, implicando la cessazione della permanenza, può consentire, a condizioni esatte, l’applicazione della causa di non punibilità introdotta dall’art. 131‐bis c.p.   Ricognizione: La…

Cass. pen., Sez. IV, 3 febbraio 2016, n. 4501 (est. Pavich)   Massima: Per assolvere i doveri in tema di prevenzione degli infortuni sul lavoro, il datore non è esentato dalla conformità di un macchinario alla legislazione vigente al momento dell’acquisto ma ha l’onere di adeguare i presidi di sicurezza alle nuove acquisizioni tecnologiche e…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer