Sommario: 1. Premessa;  2. La svolta (repressiva) nel contrasto al fenomeno della corruzione: la legge 190/2012; 3. Una parentesi (penale) sui controlli amministrativi: il cosiddetto testo unico delle disposizioni sull’incandidabilità; 4. Le successive innovazioni (ancora repressive) introdotte dalla legge 69/2015; 4.1. Il fallito tentativo (irragionevole) di riforma dell’art. 161 c.p.; 4.3. La riparazione pecuniaria: una metamorfosi della confisca di valore?…

Tar Piemonte, 24 novembre 2014, n. 1906 (est. Ravasio)   Massima: L’annullamento dell’aggiudicazione, che ha effetto retroattivo, agisce in realtà sulla causa del contratto facendola venir meno, ciò in quanto l’aggiudicazione costituisce la causa esterna del contratto facendo sì che questi ultimi “simul stabunt simul cadunt. L’invalidità che affetta il contratto deve qualificarsi in termini…

Corte europea dei diritti dell’uomo, 14 aprile 2015, Contrada c. Italia   Massima: L’art. 7 della Convezione sui diritti dell’uomo non si limita a proibire l’applicazione retroattiva del diritto penale a svantaggio dell’imputato ma sancisce anche, in maniera più generale, il principio della legalità dei delitti e delle pene. Pertanto, essendo il reato di concorso…

Cons. St., Ad. Plen., 6 luglio 2015, n. 6 (est. Caringella)   Massima: Il termine decadenziale di centoventi giorni previsto, per la domanda di risarcimento per lesione di interessi legittimi, dall’articolo 30, comma 3, del codice del processo amministrativo, non è applicabile ai fatti illeciti anteriori all’entrata in vigore del codice.   Ricognizione: L’ Adunanza…

Cass. Pen., Sez. III, 25 giugno 2015, n. 26721 (est. Di Nicola)   Massima: Il delitto di associazione per delinquere è idoneo a realizzare profitti illeciti sequestrabili – ai fini della successiva confisca per equivalente nei casi espressamente previsti dalla legge (nella specie ex art. 11, legge 16 marzo 2006, n. 146) – in via…

Cass. Civ., Sez. VI, ordinanza 8 luglio 2015, n. 14288 (est. Scarano)   Massima: Anche per i contratti aleatori (come il gioco delle video lotterie) trova applicazione la disciplina di tutela del Codice del Consumo. Essa è infatti funzionalmente volta a tutelare il consumatore a fronte della unilaterale predisposizione ed imposizione del contenuto contrattuale da…

Cass. Civ., Sez. III, 12 giugno 2015, n. 12205 (est. Frasca)   Massima:                      La circostanza che l’intervento medico non preceduto da acquisizione di consenso sia stato, in ipotesi, risolutivo della patologia che il paziente presenta non è idonea, di per sé, ad eliminare i danni conseguenza derivati dalla violazione della sua libertà di autodeterminazione.  …

Tar Piemonte, Torino, Sez. II, 1 luglio 2015, n. 1114 (est. Ravasio)   Massima: Allo stato attuale il terzo non può veicolare una azione autotonoma di mero accertamento della illegittimità di una SCIA o di una DIA. Invero, il comma 6 ter è chiaro nel riservare al terzo, in prima battuta, solo la possibilità di…

Cass. Pen., Sez. IV, 25 giugno 2015, n. 26994 (est. Dovere)   Massima: La presenza di un preposto non comporta il trasferimento in capo al medesimo degli obblighi e delle responsabilità incombenti sul datore di lavoro; ma poiché egli ha lo specifico obbligo di vigilare a che i lavoratori osservino le misure e usino i…

Cass. Civ., Sez. I, 4 giugno 2015, n. 11564 (est. Lamorgese)   Massima: La tutela effettiva del diritto al risarcimento del danno da condotta anticoncorrenziale postula, in considerazione dell’asimmetria informativa esistente tra le parti in tali ambiti nell’accesso alla prova, relativa a fatti complessi di natura economica, che il giudice non può applicare meccanicamente il…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer