Cass. Civ., Sez. I, 12 maggio 2015, n. 9636 (rel. Lamorgese)   Massima: Accertare se un contraente abbia confidato colpevolmente o incolpevolmente nella validità ed efficacia del contratto (concluso o da concludere) con la Pubblica Amministrazione – al fine di escludere o affermare la responsabilità di quest’ultima, a norma dell’art. 1338 c.c. – è…

Cass. Pen., Sez. V, 30 aprile 2015, n. 18208 (est. Settembre)   Massima: La bancarotta fraudolenta è un reato di pericolo concreto la quale comporta che ogni condotta idonea – concretamente – a pregiudicare la garanzia dei creditori rientra nel fuoco della norma. Il recupero del bene distratto a seguito di azione revocatoria non spiega…

Cass. Pen., Sez. VI, 3 aprile 2015, n. 14040 (est. De Amicis)   Massima: Integra gli estremi del peculato d’uso la condotta del pubblico agente – incaricato di pubblico servizio o pubblico ufficiale – che utilizzi più volte per fini personali un’autovettura assegnatagli per ragioni di servizio. Tale condotta assume rilevanza penale in quanto risulti…

Cass. Civ., Sez. II, 19 maggio 2015, n. 10202 (est. D’Ascola)   Massima: Il creditore è ammesso ad impugnare la quietanza non veridica soltanto attraverso la dimostrazione – con ogni mezzo – che il divario esistente tra realtà e dichiarato è conseguenza di errore di fatto o di violenza. Fuori di questi casi, vale il…

Cons. St., Sez. III, 7 maggio 2015, n. 2291 (est. Ungari)   Massima: Ai sensi dell’art. 4 comma 7, d.l. 6 luglio 2012 n. 95, convertito nella l. 7 agosto 2012 n. 135, è illegittima la deliberazione con la quale una A.S.L. ha disposto l’affidamento in house per sei anni, salvo rinnovo alla scadenza, del…

Cass. Pen., Sez. Un., 24 aprile 2015, n. 17325 (est. Squassoni)   Massima: l luogo di consumazione del delitto di accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico, di cui all’art. 615 ter c.p., è quello nel quale si trova il soggetto che effettua l’introduzione abusiva o vi si mantiene abusivamente (fattispecie relativa all’azione delittuosa…

Cass. Civ., Sez. III, 24 aprile 2015, n. 8412 (est. Rossetti)   Massima: In materia di contratti di assicurazione, il dovere di una informazione esaustiva, chiara e compieta, e quello di proporre al contraente polizze assicurative realmente utili per le esigenze dell’assicurato, sono doveri primari dell’assicuratore e dei suoi intermediari o promotori. Tali doveri scaturiscono…

Corte Cost., 30 aprile 2015, n. 71   Massima: Non è fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 42-bis del d.P.R. 8 giugno 2001, n. 327 sollevata, in riferimento agli artt. 42, 111, primo e secondo comma, e 117, primo comma, della Costituzione, dalla Corte di cassazione, sezioni unite civili.  Non è fondata la questione…

Cass. Pen., Sez. IV, 24 marzo 2015, n. 12260   Massima: In tema di circolazione stradale il giudizio di prevedibilità dell’evento non può essere ipotetico ma deve necessariamente ancorarsi ad emergenze processuali concrete e risolutive, relative al caso concreto oggetto di giudizio. Ne consegue che non è ammesso un giudizio di imprevedibilità del sinistro fondato…

Cass. Civ., Sez. Un., 29 aprile 2015, n. 8620   Massima: Nel concetto di circolazione stradale ex art. 2054 c.c. va ricompresa anche la posizione di arresto del veicolo, sia in relazione all’ingombro da esso determinato sugli spazi addetti alla circolazione, sia con riguardo alle operazioni eseguite in funzione della partenza o connesse alla fermata,…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer