di Luisa Vittoria Campanile, Dottoranda in Diritti umani: evoluzione tutela e limiti, Università degli Studi di Palermo SOMMARIO: 1.Usus, opinio juris e tempo: la consuetudine e i diritti umani; 2. Le norme internazionali (consuetudinarie?) a tutela dei diritti umani; 3. I diritti umani come eccezione vs la resistenza della tradizione; 4. Conclusioni 1. “La consuetudine non è un…

di Manuela Militerni, Avvocato All’ interno dell’ attuale quadro ordinamentale, non è possibile rinvenire, a differenza di quanto avviene in altri ordinamenti, una definizione specifica dell’ atto e del provvedimento amministrativo. Pertanto, nel corso degli anni, la giurisprudenza e la dottrina si sono notevolmente affaticate nella delineazione delle due figure. Non si manca di rilevare, peraltro, la sussistenza…

di Alessandro De Santis, Dottore in Giurisprudenza Con il termine “diritti umani fondamentali” si fa riferimento ai diritti inviolabili aventi ad oggetto beni giuridici immateriali e immanenti alla persona umana. Tali posizioni giuridiche rinvengono uno specifico referente costituzionale nell’ art. 2 della “Grundnorm”, in base al quale “la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili…

di Marina Piccinino, Dottoressa in Giurisprudenza La Suprema Corte di Cassazione, nel corso dell’ultimo ventennio, ha lungamente dibattuto sull’annosa questione giuridica relativa alla configurabilità o meno dell’elemento psicologico del «dolo eventuale» nel delitto di ricettazione, quest’ultimo previsto e disciplinato dal Legislatore all’art. 648 c.p., a mente del quale:“Fuori dei casi di concorso nel reato, chi,…

© 2017 Spia al Diritto Designed by AD Web Designer

logo-footer